mercoledì 27 febbraio 2013

         NO ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE!

//fioriematrimoni.blogspot.it/2013/02/iniziativa-fai-sentire-la-tua-voce.html

Ho aderito a questa iniziativa perchè credo che tutte noi dobbiamo far sentire la nostra voce e la nostra indignazione su un tema così delicato. Lo dobbiamo fare per tutte quelle donne che hanno subito, lottato e denunciato, ma che  tante volte non ce l'hanno fatta. E quando parliamo di violenza ricordiamoci che la violenza non è solo quella fisica, perchè con le "parole" si compie un violenza più sottile.
Condividi e partecipa 

martedì 26 febbraio 2013

BISCOTTI NZUPPALATTE


I biscotti al latte ( mia mamma li prepara ancora una volta alla settimana ) per la loro genuinità e semplicità sono ideali e perfetti per una sana  prima colazione. Io ho usato il lievito, ma volendo lo si può sostituire con l'ammoniaca, che rende i biscotti più friabili e li fa durare più a lungo???????
Ingredienti
500 gr di farina 00
200 gr di zucchero
150 di strutto o margarina (a temperatura ambiente )
2 uova
100 ml di latte
1 bustina di lievito.
Preparazione
Impastare tutti gli ingredienti fino ad avere un composto omogeneo ma appiccicoso.Con le mani infarinate formate dei salsicciotti da cui ricaverete dei tozzetti irregolari. Disponeteli sulla placca ricoperta con carta forno ben distanziati tra loro, spennellateli con il latte e cospargeteli con granella di zucchero (a piacere ).
Infornate a 170° per 10 minuti, finchè i biscotti saranno dorati.

Con questa ricetta partecipo al Contest 

http://cremaepanna.blogspot.it/2012/11/il-mio-primo-contest-biscotti-senza.htmlhttp://
 

 

domenica 24 febbraio 2013


Ieri leggendo la posta ho scoperto con piacere di aver ricevuto un premio da parte di Cristina del blog
http://salezuccheroecioccolata.blogspot.it/.Per me rappresenta uno stimolo per migliorarmi di più e l' occasione per conoscere altri follower.
Le regole sono semplici: raccontare 7 cose di sè e scegliere altri 15 blog (con meno  di 200 iscritti se possibile) per donargli il premio lasciando pure un commento sul loro blog.

Ecco le 7 cose di me:
1) sono felicemente sposata da 34 anni;
2) ho 4 bellissimi monelli;
3) amo il mio lavoro;
4) sono una persona positiva e solare;
5) mi piace stare in cucina e pasticciare;
6) mi rilasso lavorando all' uncinetto;
7) mi piace riscoprire la "civiltà della cucina calabrese", semplice e ricca di sapori e odori.

Ed ora i blog:
http://www.cibovinoeparole.com/
http://thelunchgirls.blogspot.it/
http://cinzia-lappetitovienmangiando.blogspot.it/
http://www.laspianatoia.com/
http://ipasticcidiminu.blogspot.it/
http://semplicicose-letizia.blogspot.it/
http://delizieeconfidenze.blogspot.it/
http://blog.giallozafferano.it/vickyart/
http://rossomelogranoblog.blogspot.it/
http://leamichedidona.blogspot.it/
http://myromanticcreations.blogspot.it/
http://cuochilla.blogspot.it/
http://cipensamamma.blogspot.it/
http://lecreazionidirosaria.blogspot.it/
http://ildiariodellamiacucina.blogspot.it/



sabato 23 febbraio 2013

PITTA CON RAPE E SALSICCIA 


Le pitte rustiche sono il mio piatto preferito, le puoi farcire con gli ingredienti che ti piacciono di più e risolvono il problema secondo o cena con l'aggiunta di un contorno.
Questa pitta è un tipico piatto della cucina calabrese da consumare in qualsiasi stagione dell'anno, perchè è ottima sia calda che fredda.
Ingredienti
300 gr di farina di grano duro
200 gr di farina 00
100 ml di olio d'oliva
1 dado di lievito di birra
un pizzico di sale
un pizzico di zucchero
acqua q.b.
2 kg di cime di rapa
500 gr di salsiccia fresca di maiale piccante
peperoncino
pecorino semiduro
Preparazione
Mettete le farine in una ciotola, fate un buco nel centro e versate il lievito di birra, precedentemente sciolto nell' acqua tiepida, l' olio, il sale, lo zucchero e acqua quanto basta per ottenere un impasto morbido e consistente. Fate lievitare finchè l'impasto raddoppia di volume.
Nel frattempo pulite e lavate le cime di rape e fatele stufare con la loro acqua.
Cuocete la salsiccia( bucherellata) con un pò d'acqua e quando il grasso viene a galla toglietelo e ripetete di nuovo l' operazione.
In una padella scaldate l' aglio e il peperoncino in abbondante olio d' oliva ,aggiungete le rape e la salsiccia spellata e sbriciolata e lasciate insaporire.
Una volta pronto l' impasto della pizza stendetene una  metà in una tortiera unta , versate il composto di rape e salsicce, scaglie di pecorino e  ricoprite con l' altra metà della pasta.
Sigillate  bene i bordi, spennellate  la superficie con olio d' oliva, bucherellatela e infornate nel forno già caldo (220° ) per 20 m. circa, finchè la pitta non avrà un bel colore dorato. 
Con questa ricetta partecipo al contest 



http://lacucinadisissi.myblog.it/archive/2013/01/13/il-mio-primo-contest.html  
 

mercoledì 20 febbraio 2013

Polenta calabrese

      


E' un piatto molto antico che la gente preparava nel periodo quaresimale per non andare contro le leggi della chiesa.I "frascatuli" sono infatti erbe di campo con l' aggiunta di farina di mais.
Era un piatto poco costoso, ma nutriente, che con il passare del tempo è stato arricchito con altri ingredienti.
Ingredienti
1 kg di broccoli lessati
300 gr di polpa di maiale
passata di pomodoro
500 gr di farina di mais
1 scalogno
peperoncino piccante
olio d'oliva
sale q. b. 
acqua q. b.
Preparazione
In una pentola larga e bassa  far appassire lo scalogno nell' olio d' oliva, aggiungere la polpa di maiale tagliata a tocchetti piccolissimi (non tritata) e farla rosolare; continuare la cottura aggiungendo la passata di pomodoro diluita con un pò d' acqua, il sale e il peperoncino e  successivamente  i broccoli lessati. Spargere poi la farina di mais a piccole dosi per evitare il formarsi di grumi e mescolare in senso rotatorio con un cucchiaio di legno fino a che diventi un composto omogeneo.
Ultimare la cottura per qualche minuto e servire la polenta calda con del parmigiano grattugiato. 


Con questa ricetta partecipo al contest di TERRA e FARINA

http://www.terraefarina.it/2013/01/1-contest-terra-e-farina.html
 


 

lunedì 18 febbraio 2013


POLENTA CON SPEZZATINO DI CINGHIALE E FUNGHI 




Oggi vi posto un piatto importante, ottimo da gustare in una fredda giornata invernale insieme agli amici e ad un buon bicchiere di vino rosso.
Ingredienti
1kg di cinghiale a bocconcini
1/2 litro di aceto
1 litro di vino rosso
1cipolla
1 carota 
1 costa di sedano
2 foglie di lauro
peperocino piccante
passata di pomodoro
500 gr di funghi porcini
aglio
prezzemolo
1/2 kg di farina di mais
olio d'oliva
sale q.b.
Preparazione
La sera prima fate marinare la carne di cinghiale  in una miscela di vino e aceto (metà e metà ).
In un tegame fate soffriggere le verdure tritate finemente, unite la carne ben lavata e sgocciolata, fatela rosolare, bagnatela con il vino rosso e quando è evaporato salate. Coprite il tegame , fate cuocere a fuoco lento per 10 m., unite poi la passata di pomodoro diluita con acqua , il peperoncino e completate la cottura per circa 1 ora.Trascorso questo tempo unite i funghi dopo averli trifolati con aglio e prezzemolo e continuate la cottura ancora un pò.
Servire con la polenta preparata nel modo consueto.
 

Per contorno ho portato in tavola delle olive nere insaporite con alloro, origano e peperoncino piccante. Naturalmente preparate da mia mamma!  
   

Con questo piatto partecipo al contest di Dolci Armonie -I piatti della domenica -http://dolciarmonie.blogspot.it/2013/01/un-nuovo-contest-per-dolci-armonie.html

sabato 16 febbraio 2013


                                         NUTELLA FATTA IN CASA CON IL BIMBY


Per semplicità la chiamerò nutella ma la ricetta che vi propongo in questo post vi permetterà di preparare una gustosa crema spalmabile a base di cioccolato fondente e nocciole.In realtà non è altro che la CREMA GIANDUIA tratta dal  libro base del Bimby a cui ho aggiunto una variante.
Ingredienti
60 gr di nocciole
100 gr di cioccolato fondente
100 gr di zucchero
70 gr di burro
100 ml di latte intero
Nescafè
Preparazione
Polverizzare zucchero e nocciole 20 s. V. 9. Aggiungere il cioccolato 20 s. V. 8 , unire latte , burro e un cucchiaino di Nescafè  6 m. 50° V.3.
Una volta pronta invasare ancora calda e poi conservarla in frigo.
Non ha certamente il sapore della Nutella originale, ma è ottima e non contiene conservanti.

                                                                        CURIOSITA'


Le nocciole che io ho usato provengono  dalle  Preserre  calabresi e appartengono alla varietà Tonda Calabrese apprezzata per l' uniformità della grandezza e la sapidità del frutto. E' questa una delle motivazioni che candidano la Nocciola Tonda Calabrese Della Valle Dell' Ancinale al riconoscimento Igp. Attualmente sono coltivati intensivamente circa 200 ettari di terreno tra i borghi di Cardinale e Torre di Ruggiero, con la possibilità di ampliare l' area considerando i risvolti occupazionali ed economici.
E' questa la Calabria che tutti dovrebbero conoscere.


 
 

giovedì 14 febbraio 2013

                           IL PAESE DELL' AMORE ? BELVEDERE MARITTIMO



Pochi sanno che Belvedere Marittimo tutti gli anni, il 14 febbraio, si trasforma nel paese dell' amore.
Questo perchè nel convento dei Frati Cappuccini sono conservate, da circa 300 anni, parte delle reliquie di San Valentino, vescovo martire di Terni:   un' ampolla di sangue e frammenti di ossa. 
In questo giorno in questa ridente cittadina calabrese,  che si affaccia sul mar Tirreno,arrivano centinaia di innamorati per giurarsi amore eterno ; inoltre 90 coppie che hanno festeggiato le nozze d'argento, d' oro e di platino rinnovano le loro promesse d' amore in una singolare funzione religiosa e conviviale.
Ma perchè si regalano rose? Narra una leggenda che San Valentino riappacificò con una rosa rossa una coppia di fidanzati che stava litigando, facendola tenere in mano nonostante le spine.
Io comunque,  aldilà di questa ricorrenza,  mi auguro che le spine non siano sempre e solo le donne a sopportarle e che l'amore che unisce due persone sia un amore sano, rispettoso l' uno dell' altro ed eviti il ripetersi dei tanti -femminicidi -.

martedì 12 febbraio 2013

                                               MACCHERONI AL SUGO DI MAIALE


Oggi è martedì di Carnevale e certamente non potevo non fare le polpette di maiale.Pensa e ripensa non le ho lasciate da sole e ho aggiunto delle salsicce che avevo in frigo.

INGREDIENTI
Polpa di pomodoro fatta in casa ( da mia mamma )
polpette di maiale
salsiccia fresca
olio d' oliva
sale q.b.
maccheroni
cipolla
pecorino grattuggiato 

PREPARAZIONE
In una padella ho messo la cipolla tritata finemente,la salsiccia a pezzettoni, la polpa di pomodoro allungata con un pò d' acqua, il sale e ho fatto cuocere per dieci minuti circa.  Ho poi abbassato il fuoco, aggiunto le polpette e lasciato cuocere per 30 minuti.
Con questo sugo ho condito i maccheroni appena cotti e scolati.In superficie una spolverata di formaggio. "E' la pasta che deve prendere il formaggio" diceva Carnacina.
Nello stesso piatto ho inserito anche le polpette e le salsicce.






                               E adesso....BUON CARNEVALE!!!!!!!!!

domenica 10 febbraio 2013

                                                       POLPETTE DI RICOTTA 




Martedì grasso, in Calabria,  non possono certamente mancare le polpette di ricotta, che insieme alle polpette di carne suina costituiscono il pranzo prelibato " do NANNU " ( IL RE CARNEVALE ).
Ingredienti
300 gr di ricotta pecorina
150 gr di pane casareccio raffermo 
1 uovo
70 gr di pecorino calabrese
aglio, prezzemolo, olio d' oliva 
sale q. b.
Preparazione
Frullate il pane raffermo con l' aglio e il prezzemolo, aggiungete quindi la ricotta, l' uovo, il pecorino e il sale. Amalgamate bene gli ingredienti per ottenere un impasto morbido ma compatto.
In una padella fate  imbiondire l' aglio con l' olio, aggiungete  dell' acqua con un pizzico di sale e alcune foglioline di prezzemolo e fate sobollire per pochi istanti .
Con le mani bagnate formate delle polpette di medie dimensioni che farete cuocere nel sughetto bianco per 10 minuti circa ( l' acqua deve quasi coprire le polpette ).
Si servono calde accompagnate da verdure lesse (ottime le cime di rape "affogate" ). 

mercoledì 6 febbraio 2013

ROSELLINE DI CARNEVALE

Il mio blog compie oggi un mese, sono contenta per tutti gli attestati di simpatia che ho ricevuto, ringrazio tutti ma specialmente mia nipote Barbara che mi ha introdotto in questo nuovo mondo.
Ho  pensato di festeggiare postando questa ricetta semplica ma d' effetto.
INGREDIENTI
300 gr di farina 00
100 gr di zucchero
50 gr di burro morbido
1 uovo e un tuorlo
buccia grattuggiata di arancia
limoncello o altro liquore
olio di girasole q.b.
ricotta e diavolini
PREPARAZIONE
In una ciotola versare tutti gli ingredienti, impastare e mettere il panetto in frigo per 30 minuti.
Stendere poi l' impasto in una sfoglia sottilissima ( più è sottile più si arriccia ); prendiamo quindi  delle formine di diverso diametro, tagliamo la pasta in dischetti e con il coltello facciamo 4 tagli lungo i bordi. Sovrapponiamo i 2 dischi  e  incolliamo con un pò di bianco d' uovo.
Friggerli in abbondante olio bollente e tenerli fermi con la punta del manico di un mestolo di legno.
Farcirli con  confettura a piacere o  della ricotta sbattuta con  lo zucchero a velo  e  decorare le roselline con i diavolini.


















Con questa ricetta partecipo al contest "Dolci Fritti" 
 http://batuffolando.blogspot.it/2013/01/contest-dolci-fritti.html


 
          

sabato 2 febbraio 2013

PITTA  CHINA CU  I CICULIDI (PIZZA RIPIENA CON CICCIOLI DI MAIALE )





Del maiale non si butta niente e infatti un proverbio calabrese dice:
- Cu si marita sta cuntentu 'nu jornu. (Chi si sposa sta contento un giorno )
- Cu ammazza ' porcu sta cuntentu n' annu. (Chi ammazza il maiale sta contento un anno ).
I "CICULIDI" sono i rimasugli della lavorazione del grasso di maiale (sugna). Quando il maiale si macellava in casa, il grasso ancora caldo veniva versato nella vescica del maiale e fatto raffreddare; i rimasugli di grasso che non si scioglievano venivano utilizzate in parte  per fare le pizze,  per condire la pasta o con le uova fritte,  in parte conservate in barattoli  coperti di sugna.
Io amo questa  pizza ma la preparo solo in questo periodo sia perchè riesco a trovare dei  ciccioli casarecci  sia perchè il freddo mitiga un pò le sue ipercalorie.
Ingredienti per la pasta
300 gr di farina di grano duro
200 gr di farina 00
1 cubetto di lievito di birra
200 gr di ciccioli
sale q.b.
un pizzico di zucchero
Ripieno
salsiccia piccante, provola, uova sode e ricotta fresca ( la quantità è soggettiva )
Preparazione
Con le farine,  il lievito, il sale, lo zucchero e dell' acqua tiepida preparate un impasto che metterete a lievitare in un luogo tiepido. Trascorso il tempo necessario rompete la lievitazione,  incorporate i ciccioli, lavorate a lungo per farli assorbire all' impasto e fate lievitare per circa 1 ora.
Dividete poi l' impasto in due parti, con una parte foderate una tortiera unta e riempitela con spicchi di uova sode, provola affettata, salsiccia a dischetti sottilissimi e ricotta a fette. Coprite con l' altra parte dell' impasto pigiando bene i bordi e infornate per 30 minuti in forno ben caldo.
Si gusta calda con contorno di verdure lesse ma è buona anche fredda.
Volendo la si può preparare senza ripieno come una semplice focaccia.