lunedì 18 gennaio 2016

Buffeddi 'e patati zuccarigni




Assolutamente da fare! I buffeddi, un dolce tipico dell'aria grecanica ( Bova, Condofuri, Melito Porto Salvo ) legato in particolare alle festività natalizie e in generale al periodo invernale, sono formati da una profumata sfoglia ripiena di crema di ceci o di ricotta oppure di patate dolci. Secondo la tradizione, durante le settimane che precedono il Natale, ogni massaia deve dividere la " maidda " in tre parti: uno per le zeppole, uno per le nacatole e uno per i buffeddi. Questi ultimi proprio per il loro sostanzioso ripieno erano una prerogativa delle famiglie meno abbienti. Oggi visto il freddo, ho pensato di riscaldarmi con i buffeddi, stavolta il ripieno è con le patate americane visto che con la ricotta li ho già provati. La prossima volta toccherà alla crema di ceci. Ma, indipendentemente dal tipo di crema usata, sono morbidi, gustosi e in più anche leggeri, infatti la sfoglia non assorbe per niente olio.




Ingredienti
per la sfoglia
500 gr di farina 00
200 gr di zucchero
2 uova
2 cucchiai di lievito per dolci
vino bianco  q.b., io vermouth bianco
per il ripieno
4 patate dolci
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaio di miele, io zagara
vino cotto q.b.
olio di semi per friggere

Preparazione
Fate bollire le patate, scolatele, pelatele ancora calde e schiacciatele con la forchetta. Unitevi quindi   lo zucchero, la cannella, il miele e tanto vino cotto quanto ne serve per avere una crema consistente.
In una ciotola mescolate la farina con lo zucchero, le uova, il lievito e il vermouth. Impastate e fate riposare il panetto, coperto con un tovagliolo, in frigo per 30 minuti circa.


Prendete poi la pasta, filatela e con una formina ritagliate dei dischi sui quali metterete un cucchiaio di crema di patate. Richiudete a raviolo e bloccate i bordi con i rebbi di una forchetta. Friggete i buffeddi in una padella con abbondante olio e serviteli dopo averli spolverati con zucchero a velo.








La sfoglia è morbidissima, si scioglie in bocca! La crema di patate, poi, è deliziosa. Dolce, con un retrogusto di cannella e vino cotto. Un grazie, dal profondo del cuore e dei sensi alle mie antenate.

10 commenti:

  1. Buon lunedì innanzitutto e complimenti per queste bontà che non conoscevo ma che solo a vederle mi mettono una fame incredibile!

    RispondiElimina
  2. che dolce meraviglioso, non lo conoscevo assolutamente....mi incuriosirebbe troppo assaggiarli, mi attira sia la sfoglia che si scioglie in bocca che l'ottimo e golosissimo
    ripieno realizzato con le patate dolci
    aromatizzate con la cannella, il miele e il vino cotto..sono sicuramente speciali:)) bravissima come sempre Barbara, ti faccio i miei più sinceri complimenti:))
    un bacione e buona settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
  3. Chi sa che buoniiiii..., immagino solo. Comunque anche mia mamma quando eravamo a casa ci preparava qualcosa del genere, ma con delle patate normali e ricordo, dopo tantissimi anni che erano buoni !

    RispondiElimina
  4. Non li conoscevo ed ancora una volta ho scoperto il " gusto" della tradizione grazie a te.
    Bacioni
    Alessandra

    RispondiElimina
  5. Stupendi i tuoi dolci della tradizione !!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Barbara devono essere ottimi questi buffeddi, mi segno la ricetta perché non li conoscevo.
    P.S. Ho ricambiato l'iscrizione al blog, grazie

    RispondiElimina
  7. Buone e belle da provare,bellissimo il tuo blog,mi sono aggiunta ai tuoi lettori così non ti perdo,alla prossima

    RispondiElimina
  8. Non conoscevo questo goloso dolce.... prendo nota e ci provo! Quanto mi ispirano!!!!!

    RispondiElimina
  9. Carissima a parte il dolce buono ma sai che devo saltare hai citato Bova Condofuri dove ho passato meravigliose vacanze
    Bova Marina e poi Condofuri a casa di una famiglia 11 figli ultimo piano praticamente sil tetto che quando uscivo ti sembrava di toccare con un dito il cielo stellato mai più visto uno così limpido e pieno di stelle c'erano tutte... sono passati anni. Scusa con il dolce non c'entra. Preso nota per figlia bacio Buona giornata.

    RispondiElimina
  10. Carissima a parte il dolce buono ma sai che devo saltare hai citato Bova Condofuri dove ho passato meravigliose vacanze
    Bova Marina e poi Condofuri a casa di una famiglia 11 figli ultimo piano praticamente sil tetto che quando uscivo ti sembrava di toccare con un dito il cielo stellato mai più visto uno così limpido e pieno di stelle c'erano tutte... sono passati anni. Scusa con il dolce non c'entra. Preso nota per figlia bacio Buona giornata.

    RispondiElimina