domenica 12 gennaio 2020

Anicini calabresi




Non sono dei biscotti, ma una nuvola che si scioglie in bocca.
Soffici e fraganti, grazie all'impasto quasi simile al Pan di Spagna, gli anicini sono dei biscotti deliziosi al gusto e ancora di più all'olfatto grazie alla presenza dell'anice. Da noi in Calabria si utilizzano i semi di anice nero, chiamato anche aranzu o ananzu, una pianta aromatica che cresce spontaneamente sulle pendici della Sila. Questi semini neri occupano un posto d'onore nella tradizione gastronomica calabrese, oggi come ieri sono infatti utilizzati per preparare dolci, biscotti ed anche un ottimo liquore digestivo. Nei miei anicini mancano, perchè i semi di anice nero si posssono trovare unicamente in alcuni mercatini locali della Sila e sono molto costosi proprio per la difficoltà di riconoscere questa pianta. Per questo motivo uso del liquore all'anice, l'aroma è differente ma i biscottini hanno un retrogusto di fresco al quale è difficile resistere.
I nostri anicini sono stati inseriti nei PAT della regione Calabria dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.
Ingredienti
400 gr di farina 00
250 gr di zucchero
4 uova
2 cucchiai di olio di semi
50 ml di liquore all'anice
1 bustina di lievito per dolci

Preparazione
In una ciotola montate le uova con lo zucchero. Una volta ottenuto un composto gonfio e spumoso aggiungete l'olio, l'anice e la farina setacciata con il lievito. Inserite il composto in una sac-a-poche con una bocchetta liscia e larga ( la mia non lo era ) e formate  delle strisce su una placca rivestita con carta forno ben distanti fra loro. 


Preriscaldate il forno a 180° e infornate per 15/20 minuti.


Terminata la cottura, sfornate gli anicini e fateli raffreddare. Tagliateli quindi a fette e rimetteteli in forno per 10 minuti per la tostatura ( si chiamano bis-cotti proprio per questo motivo ).
Una volta freddi potete gustarli imbevuti in un passito, inzuppati nel lattte oppure così al naturale.


Se poi siete golosi gustateli con della crema al cioccolato. Non è il caso mio perchè quello che vedete nella foto è " u sangunazzu finu "cioè una crema ottenuta con il sangue del maiale unito a tanti altri ingredienti.



2 commenti:

  1. Anche in Sicilia abbiamo una versione di questi biscotti arrichiti con pezzetti di canditi.

    RispondiElimina

  2. This is really helpful thanks alot for sharing dude..

    permanent eyeliner raleigh nc

    RispondiElimina