domenica 15 luglio 2018

Ciambella morbida con le peschenoci






La ciambella di peschenoci è un dolce da credenza soffice e dal profumo ineguagliabile che non delude mai. E' un dolce che sa d'estate, di colazioni o merende all'aria aperta che può essere un dessert perfetto da accompagnare con una pallina di gelato alla crema.

Ingredienti
300 gr di farina 00
150 gr di zucchero
4 uova
80 ml di olio evo
1 vasetto di yogurt al limone
1 bustina di lievito
nocipesche quante ne occorrono

Preparazione
Montate le uova con lo zucchero fino ad avere un composto chiaro e spumoso. Unite lo yogurt e l'olio e quando saranno ben amalgamati unite la farina setacciata con il lievito.
Imburrate e infarinate uno stampo da 26 cm e versate il composto. Disponete sulla superficie le nocipesche a fettine, cospargete con un pò di zucchero e infornate a 180° per 40 minuti circa, fate comunque alla fine la prova dello stecchino.  Sfornate, fate raffreddare e spolverizzate la ciambella con zucchero a velo.








martedì 10 luglio 2018

Penne alici e odori mediterranei



Un primo piatto ricco di gusto in cui il buon sapore del pesce azzurro si unisce a quello delle melanzane e dei pomodori secchi. Un piatto tipicamente mediterraneo che riesce ad accontentare anche i palati più esigenti.

Ingredienti
200 gr di pasta, io penne
200 gr di alici già pulite ed eviscerate
1 melanzana
200 gr di polpa di pomodoro
6 filetti di pomodori secchi
1 spicchio d'aglio
olio evo
sale q.b.
origano
basilico
olive nere
1 peperoncino
ricotta salata


Preparazione
Togliete la lisca centrale alle alici e riducetele a filetti. 
Lavate la melanzana, sbucciatela e tagliatela a cubetti.
Tritate grossolanamente i pomodori secchi.
In un tegame capiente rosolate l'aglio e il peperoncino nell'olio evo, unite quindi i cubetti di melanzana, salate e cuocete per pochi minuti a fuoco vivace. Aggiungete i filetti di alici e fate rosolare, quindi versate la polpa di pomodoro, le olive nere snocciolate, le foglie di basilico e i pomodori secchi. 



Salate, cospargete di origano e fate insaporire il tutto per pochi minuti.
Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e continuate la cottura nel tegame con il sugo.
Infine impiattate e cospargete con la ricotta salata grattugiata.


giovedì 5 luglio 2018

Rotolini di alici al limone




Non meravigliatevi se in questo periodo trovate spesso nel blog ricette con il pesce azzurro, io lo adoro e lo preferisco al più blasonato pescespada. A parte il fatto che preferisco ciò che è di stagione, il pesce azzurro è saporito, costa poco e presenta concentrazioni invidiabili di omega 3 e di preziosi sali minerali, oltre che di vitamine del gruppo B. Insomma cosa vogliamo di più, fa bene alla nostra salute e pure alle nostre tasche!
I rotolini di alici sono facili da preparare, sono un secondo piatto gustoso da servire con un'insalata, ma sono ottimi anche come antipasto. Possono essere serviti sia caldi che freddi. E allora non vi resta altro che mettervi al lavoro!
Non vi do le grammature precise, perchè tutto dipende dalla quantità di pesce che intendete preparare e dal gusto personale per quanto concerne il ripieno.
Ingredienti
alici
mollica di pane casareccio raffermo 
pecorino grattugiato
prezzemolo
aglio
limone
origano
olio evo
sale q.b.
Preparazione
Pulite le alici privandole della lisca centrale e apritele a libro.
Preparate adesso il ripieno. Mescolate la mollica con la scorza del limone, il prezzemolo e l'aglio trtati finemente, il pecorino, il sale e l'origano. Aggiungete un filo d'olio e mescolate bene. 


Disponete un cucchiaio di questo ripieno su ogni alice, avvolgetele delicatamante su se stesse tenendo in alto il codino e disponetele in una tortiera da forno unta con qualche cucchiaio di olio.


 Posizionate metà fetta di limone tra un pesce e l'altro e in ultimo un filo d'olio e una spruzzata di limone. Infornate a 180° per 10 minuti circa. Servite i rotolini freddi.







lunedì 2 luglio 2018

Alici "scattiate"





Metti una sera a cena....fredda
Era questo il tema dell'appuntamento di questo mese con la rubrica L'Italia nel Piatto.


Ed io da calabrese doc ho optato per questo piatto tipicamente mediterraneo che ricorda odori e sapori della mia terra.
Le alici "scattiate" sonoun piatto ricco di sapore che rappresenta pienamente la sua città d'origine, Rossano, in provincia di Cosenza, nota pure per il Codex Purpureus e la liquirizia Amarelli. E non a caso l'Assessorato al Turismo gli ha dedicato un'intera pagina  (http://www.rossanoturismo.it/ita/3-ricetta.html).  Si tratta di una ricetta semplice e molto molto gustosa, come d'altronde tanti altri piatti della cucina calabrese; una ricetta che esalta il sapore genuino degli ingredienti senza grandi elaborazioni; una ricetta adatta a chi ama i forti sapori del pesce insieme alla piccantezza del peperoncino; una ricetta che richiede abbondante olio e il nostro origano che con il suo profumo regala una marcia in più al piatto.
Il termine "scattiate" che nel nostro dialetto significa - schizzate -  indica ciò che avviene durante la cottura quando gli schizzi dell'olio incontrano l'aceto.

Ingredienti
alici
aglio
peperoncino piccante in polvere
origano calabrese
aceto di vino bianco
olio evo
sale q.b.


Preparazione
Pulite le alici, togliete le teste, evisceratele e lavatele. In una padella mettete l'olio (abbondante), l'aglio, il peperoncino e le alici. Queste vanno sistemate testa coda e per tutta l'ampiezza della padella. 


Mettete sul fuoco e appena prende calore salate e aggiungete una spolverata generosa di origano. Lasciate cuocere per 10 minuti circa, non girate le alici ma agitate unicamente la padella. Poi con un cucchiaio togliete l'olio e mettetelo da parte, quindi rigirate i pesci con l'aiuto di un piatto come si fa per la frittata. Rimettete la padella sul fuoco, versate l'olio messo da parte e fate scivolare le alici. Salate e date ancora una spolverata di origano e di peperoncino. Dopo alcuni minuti versate l'aceto e fatelo evaporare. E' durante questa fase che avviene lo "scattiamento" e perciò state attenti agli schizzi.
Servite le alici "scattiate" fredde.


E ora preparatevi per un giretto gastronomico nella nostra bella Italia:
Valle d'Aosta: Tris di tomini
Piemonte: Tortini di nocciole con gelato
Lombardia:Torta mousse al melone
Liguria: Patate ripiene
Trentino Alto - Adige:Tagliere di formaggi trentini con miele
Veneto: Sarde saor
Friuli Venezia Giulia: Baccalà mantecato alla triestina
Emilia Romagna: Insalata tiepida di coniglio fritto
Toscana: Trippa in insalata
Umbria: Piatti freddi umbri - 7 piatti per l'estate
Marche: Sorbetto alle pesche della Valdaso
Molise: Mozzarella di bufala ripiena di insalata di stagione
Campania: Alici marinate
Puglia:Crostini con composta di cipolle rosse di Acquaviva e scaglie di pecorino
Sicilia: Insalata pantesca con sgombro grigliato
Sardegna:Cascà Carlofortino


sabato 30 giugno 2018

Spaghetti gamberi e zucchine




Gli spaghetti gamberi e zucchine sono un primo piatto di terra e mare molto gustoso che deve essere necessariamente preparato con i gamberi freschi che, così, conserveranno tutto il loro sapore.
Come ogni piatto ognuno ha la sua ricetta ma non sempre il risultato è quello sperato. E allora oltre che utilizzare ingredienti freschissimi, seguite il mio consiglio, anzi quello dei marinai: cuocete i gamberi con tutti i gusci perchè il sughetto che rilasciano è molto saporito e profuma di mare.
Ingredienti
300 gr di spaghetti
200 gr di gamberi
150 gr di zucchine
vino bianco
2 spicchi d'aglio
peperoncino
prezzemolo
olio evo
sale q.b.
pepe nero ( facoltativo)
Preparazione
Iniziate con la pulizia dei gamberi, eliminate soltanto il budellino nero e sciacquateli sotto l'acqua corrente. In una padella mettete l'olio e lo spicchio d'aglio, appena prende colore versate i gamberi e fate cuocere a fuoco vivace per pochi minuti, sfumate con il vino bianco e fate evaporare. Aggiungete un mestolo d'acqua calda e lasciate cuocere per 10 minuti. Spegnete e fate intiepidire. Adesso togliete il guscio, la testa e le zampette ai gamberi. Ad alcuni lasciate il guscio, vi seviranno per la decorazione.
Mettete in un'altra padella olio, aglio e peperoncino, rosolate per pochi minuti a fuoco vivace e poi aggiungete i gamberi insieme al sughetto arancione filtrato. Unite le zucchine precedentemente lavate, spuntate e tagliate sottili, il prezzemolo tritato e lasciate cuocere il tutto per alcuni minuti. Regolate di sale e pepe e togliete lo spicchio d'aglio.



Cuocete in abbondante acqua salata gli spaghetti e una volta scolati versateli nel sugo di gamberi e zucchine facendo amalgamare il tutto per qualche istante e aggiungendo dell'acqua di cottura se necessario.
Ed ecco pronto questo gustosissimo e profumato piatto tipicamente mediterraneo!






giovedì 28 giugno 2018

Crostata con crema frangipane al pistacchio






La crostata frangipane per la sua bontà è ormai un must della mia cucina. Questa volta il frangipane è però al pistacchio, un frutto conosciuto e apprezzato fin dall'antichità ricco di proprietà benefiche e nutrizionali.
Ma che cos'è il frangipane? E' una crema di mandorle, burro, zucchero e uova che si cuoce in forno insieme alla frolla e che assume una consistenza tra un soffice pan di spagna e una crema. La versione francese prevede anche la crema pasticcera che io logicamente ho saltato desiderando una crema più leggera. La crostata mi è piaciuta subito al primo assaggio: la consistenza è favolosa, la friabilità della frolla lascia spazio alla morbidezza e al profumo della crema e arriva infine lo strato vellutato della marmellata a completare il tutto. Non ci sono dubbi: mi ha proprio conquistato!
Ingredienti
Per la frolla
250 gr di farina 00
100 gr di zucchero
100 gr di burro
1 uovo e un tuorlo
1 cucchiaino di lievito
scorza di limone
Per la crema frangipane
150 gr di burro
150 gr di zucchero
80 gr di mandorle
80 gr di pistacchi
50 gr di farina
3 uova
 marmellata di ciliegie nere
zucchero a velo

Preparazione
Sabbiate la farina con il burro a pezzetti, unite lo zucchero, il lievito e le uova. Chiudete la pasta nella pellicola e fate riposare in frigo per almeno 30 minuti. In un robot tritate finemente i pistacchi e le mandorle. Con la frusta lavorate burro e zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, unire a filo le uova ( uno alla volta ), infine aggiungete la farina di pistacchi e mandorle e la farina 00. Fate riposare il composto in frigo per 15 minuti.
Prendete la frolla e foderate uno stampo da crostata da 26 cm. Versate uno stato abbondante di marmellata di ciliegie e ricoprite con la crema al pistacchio.


Infornate nel forno preriscaldato a 170° per 30 minuti circa. 


Quindi sfornate, fate raffreddare e spolverate con zucchero a velo.




venerdì 22 giugno 2018

Involtini di melanzane e carne in padella




Al mercato iniziano a vedersi sulle bancarelle le prime melanzane a Km 0. Impossibile resistere! E così nella mia borsa della spesa vi trovano posto insieme a frutta e verdura di stagione. Strada facendo nella mia mente si materializzano tanti piatti, ma arrivata a casa decido ( dopo aver dato una sbirciatina nel frigo ) per questi golosi involtini farciti con bracioline di carne trita. Un secondo piatto ricco e completo che logicamente potete personalizzare come meglio credete. Io stavolta ho fritto le melanzane dopo averle infarinate, ma si possono benissimo grigliare, come pure la cottura può avvenire in forno e non in padella.
Ingredienti
2 melanzane medie
farina q.b.
olio di semi
mozzarella
Per il ripieno
200 gr di carne trita di vitello
50 gr di parmigiano e pecorino
50 gr di pane casareccio ammollato e strizzato
1 uovo
prezzemolo 
sale q.b.
Per il sugo
1/2 kg di polpa di pomodori
1 cipolla
basilico
peperoncino piccante secco
origano
olio evo

Preparazione
In un tegame versate l'olio evo e la cipolla tritata finemente, fatela stufare a fiamma bassa e appena è trasparente versate la polpa di pomodoro. Salate, aggiungete un pizzico di peperoncino secco e lasciate cuocere per 20 minuti circa. A fine cottura aggiungete le foglie di basilico e una spolverata di origano.
Nel frattempo lavate le melanzane e dopo averle tagliatele a fette sottili, infarinatele e friggetele in abbondante olio di semi. Fatele asciugare su carta da cucina.
In una ciotola impastate la carne con la mollica del pane, il mix di formaggi, l'uovo, il sale e il prezzemolo tritato. Formate delle bracioline e disponetele al centro delle fette di melanzane. 


Arrotolate e disponete gli involtini in una padella con il fondo ricoperto di sugo. Ricoprite con il restante sugo e infornate per 10 minuti a 180°.


A cottura ultimata unite la mozzarella e coprite la padella per farla sciogliere.


Servite gli involtini di melanzane sia caldi che tiepidi.