martedì 2 settembre 2014

Melangiani chini






 E siamo già al 2 di settembre, nuovo appuntamento con L'Italia nel piatto. Ho pensato di presentare questa antica e tradizionale ricetta del mio paese con un ortaggio che non manca mai sulle nostre tavole. E infatti siamo conosciuti in tutto il territorio soveratese proprio per questo binomio: Melangiani chini = Soverato Superiore. E questo vale soprattutto nel mese di Settembre  quando per la festa padronale, dedicata a Maria SS Addolorata, il  piatto principale, oltre il morzello, sono appunto le melanzane ripiene. Certamente non pretendiamo la paternità di questo ortaggio, che arrivato dalla Spagna ha trovato qui da noi la giusta considerazione, tanto da occupare un posto importantissimo nella nostra tradizione culinaria. Non c'è famiglia "suvaratana" che non abbia una propria ricetta, ma tutte sono ugualmente buone perchè le melanzane ripiene più che un piatto da mangiare sono un'arte, una goduria per il palato, un'appagamento dei sensi. Ma...non bisogna avere fretta nella preparazione, bisogna che gli ingredienti siano di buona qualità e preferibilmente a km 0, bisogna metterci amore e spirito di condivisione. Eh si,una volta preparate bisogna farle assaggiare a parenti ed amici, il fuoco sacro dell'ospitalità che alberga in noi calabresi ce lo impone! 
Quella di oggi, dicevo, è una ricetta antichissima, del tempo in cui la povertà era di casa per molti, quando la carne di vitello e tanti altri prodotti erano un lusso per i più  tanto da costringere le ingegnose massaie ad usare in cucina unicamente carne di maiale e tutto ciò che coltivavano nell'orto dietro casa : ed ecco quindi questo ripieno con pancetta, pecorino e pane fatto in casa. Ingredienti semplici, genuini, alla portata di tutti, che amalgamati insieme e bilanciati con sapienza hanno dato origine ad un piatto unico, sostanzioso e molto appetitoso.
 Il segreto per preparare delle gustose melanzane sta proprio nel ripieno che dovrà risultare della giusta consistenza perchè in questo modo sarà più facile riempirle. E allora vi ricordo alcune cose: la pancetta non deve essere tritata, ma tagliuzzata finemente ( mio padre usava una mezzaluna ); la quantità di pecorino è personale e dipende da quanto il formaggio è saporito, però non deve sminuire il sapore principale del piatto; il pane, almeno di un paio di giorni, va ammollato e messo ad asciugare in un tovagliolo.

Ingredienti
Melanzane tonde possibilmente di uguale dimensione, pancetta nostrana, pecorino calabrese grattugiato, pane casareccio raffermo, pecorino fresco, uova, sale qb, olio evo, olio di semi per la frittura, salsa semplice di pomodoro.
Non vi do le quantità perchè anch'io come le mie antenate vado ad occhio, l'importante è che un odore non prevalga sull'altro e che il ripieno alla fine risulti compatto ma morbido. Vi consiglio perciò di preparare il ripieno il giorno prima, in modo che i sapori si amalgamino per poi eventualmente aggiustare di sale o di pecorino.
Preparazione
Lavate le melanzane, asciugatele e togliete il peduncolo.Tagliatele poi a metà nel senso della lunghezza e con un coltellino affilato asportate tutta la polpa interna, tagliatela a cubetti e mettetela sotto sale. Le coppe  sbollentatele in una pentola con abbondante acqua salata, quando  riuscite ad infilzarle con la forchetta, scolatele e mettetele ad asciugare su uno strofinaccio.



 In una padella fate rosolare a polpa, dopo averla ben strizzata, con uno spicchio d'aglio che poi eliminerete.Tagliuzzate finemente la pancetta e a dadini il pecorino fresco.





 In una ciotola preparate l'impasto con la polpa delle melanzane, la mollica di pane, un pugno di pecorino grattugiato, la pancetta, il pecorino fresco, un trito di basilico ed aglio, sale qb e le uova e mescolate bene per ottenere un composto morbido e compatto.



 Riempite le coppe di melanzane.Potete friggerle e in questo caso spalmatele con un bianco d'uovo leggermente sbattuto e tuffatele in una padella con olio d'oliva bollente dalla parte del ripieno e dopo aver punzecchiato la coppa. Ciò eviterà che questa si gonfi e si stacchi.



La crosticina formatosi con la frittura racchiude un cuore morbido e gustoso.


 Se non amate la frittura oppure desiderate un piatto più light potete ricoprire le melanzane con del sugo semplice di pomodoro e infornare per 30 minuti circa a 200°. 



Il ripieno gonfierà e diventerà così leggero da sciogliersi in bocca.



E adesso andiamo a curiosare nei piatti proposti dalle altre regioni


Trentino-Alto Adige: Zuppa di finferli  http://afiammadolce.blogspot.com/2014/09/zuppa-di-finferli.html

Friuli-Venezia Giulia: Sarde in Saòr http://ilpiccoloartusi.blogspot.it/2014/08/sarde-in-saor-per-litalia-nel-piatto.html

Lombardia: "Rigatoni con sugo di pomodoro e basilico "  http://kucinadikiara.blogspot.com/2014/08/rigatoni- con- sugo -crudo -di- pomodori- e.html

Veneto: Mezze penne con fagiolini in umido http://ely-tenerezze.blogspot.it/2014/08/mezze-penne-con-fagiolini-in-umido.html

Valle d'Aosta: Gnocchi di barbabietola con fonduta al Bleu d'Aoste http://atuttopepe.blogspot.com/2014/09/la-valle-daosta-nel-piatto-gnocchi-di.html

Piemonte:

Liguria:   pesche ripiene (perseghe pinn-e) http://arbanelladibasilico.blogspot.com/2014/09/litalia-nel-piatto-frutta-e-verdura-di.html

Emilia Romagna: Bargnolino o Liquore di Prugnoli http://zibaldoneculinario.blogspot.com/2014/09/bargnolino-o-liquore-di-prugnoli-per.html

Lazio: Pollo ai peperoni  http://beufalamode.blogspot.com/2014/09/pollo-alla-romana-coi-peperoni-per.html

Toscana: Trusca di Casoli  http://acquacottaf.blogspot.com/2014/08/trusca-di-casoli.html

Marche: Fregandò o fricò http://lacreativitaeisuoicolori.blogspot.com/2014/08/fregando-frico-ricetta-tipica-delle.html

Abruzzo:Peperoni arrostiti http://ilmondodibetty.blogspot.com/2014/09/peperoni-arrostiti-per-litalia-nel.html

Umbria: Cipollata  http://amichecucina.blogspot.com/2014/09/cipollata-per-litalia-nel-piatto.html

Molise: Fragoline al vino  http://lacucinadimamma-loredana.blogspot.com/2014/08/fragoline-al-vino-per-litalia-nel-piatto.htm

Basilicata: Strazzata di Noepoli - pizza in teglia con peperoni e pomodori http://blog.alice.tv/profumodicannella/2014/09/02/pizza-in-teglia-con-pomodori-e-peperoni-la-strazzata-di-mia-nonna/

Campania: Parmigiana di melanzana contadina http://www.isaporidelmediterraneo.it/2014/08/parmigiana-di-melanzana-contadina.html

Puglia: Spaghetti con fagiolini pinti   http://breakfastdadonaflor.blogspot.com/2014/09/cucina-pugliese-spaghetti-con-fagiolini.html

Sicilia: Confettura di fichi e mandorle  http://burro-e-vaniglia.blogspot.it/2014/09/confettura-fichi-e-mandorle.html

Sardegna: Melanzane in padella con cipolla http://blog.giallozafferano.it/vickyart/melanzane-in-padella-con-cipolla-ricetta-sarda/


28 commenti:

  1. Tanto buone, troppo buone anzi!!! Un bacione a presto

    RispondiElimina
  2. Ciao Barbara! Un tripudio di melanzane a questo giro! Una ricetta più invitante dell'altra! La tua è splendida! Complimenti!!!!

    RispondiElimina
  3. OH MAMMA........un tripudio di sapori e profumi della Calabria, bravissima!!!!

    RispondiElimina
  4. DELIZIOSE, PROPRIO COME LE FA MIA SUOCERA!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  5. Tu mi conquisti già alla prima ricetta... io adoro le melanzane e qui i sapori sono meravigliosi!
    Complimenti!

    RispondiElimina
  6. Una ricetta simile me la prepara con enorme successo anche mia mamma: Buonissime!

    RispondiElimina
  7. Pecorino, pancetta, golosissima, mi è venuta voglia di assaggiare.
    Un bacio
    Miria

    RispondiElimina
  8. Ma che piatto delizioso...ripieno di tutte le bontà della vostra terra... davvero molto sfizioso e complimenti per la ricerca! un bacione!

    RispondiElimina
  9. Mamma mia!!!!! Si può morire!!!!! Cibus deorum!!!

    RispondiElimina
  10. mamma che buone!!!!!!!! non conoscevo questa ricetta gustosissima, grazie davvero :-)

    RispondiElimina
  11. Che bontà queste melanzane imbottite con ingredienti eccellenti della terra di calabria.
    Superlativa!!!
    A Presto

    RispondiElimina
  12. un post bellissimo Barbara...per non parlare poi di queste melanzane ripiene che sono un tripudio di bontà colori e sapori della tua bella terra!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Ciao Barbara! Queste melanzane sono un tripudio di bontà e squisitezza. Come sempre il tutto è accompagnato dalle tue minuziose ed interessanti spiegazioni
    Bacioni
    Alessandra

    RispondiElimina
  14. Cara Barbara, che meraviglia questo piatto tradizionale tipico della tua terra:)) bellissimo inoltre il post, ricco di notizie e di consigli, l'ho letto davvero con piacere come tutti i tuoi post, che trovo sempre interessantissimi:))
    ti faccio tantissimi complimenti per questo piatto gustosissimo, mi sta
    venendo di nuovo fame nonostante abbia già cenato: le tue melanzane sono troppo ma troppo invitanti:))
    un bacione e grazie mille per la ricetta:))
    Rosy

    RispondiElimina
  15. Ottimo veramente buono e non troppo compesso da fare. Grazie.
    PS. Non so se la tua intenzione era di rendere linkabili gli altri blog, in caso affermatino i link non funzionano bisogna prenderlo con copia/incolla poi. Buona giornata.

    RispondiElimina
  16. Ero proprio curiosa di capire quali fossero gli ingredienti di questa delizia. Grazie per aver condiviso la tua ricetta. Un abbraccio

    RispondiElimina
  17. ciao! Anche l'altra volta credo di averlo scritto. Ho passato due estati dalle tua parti, a Botricello, e di queste melanzane ho un ricordo piu' che vivido!! Ora si tratta di bissare in casa! un bacio cri

    RispondiElimina
  18. Ma che bomba di bontà è questa!!!!Complimenti e grazie per la ricetta,non mancherò di farla..:PP
    Baci cara

    RispondiElimina
  19. slurp!! gustosissime! un ripieno ricco con pancetta e pecorino sai che sapore! :D

    RispondiElimina
  20. Ciao Barbara :) Che meraviglia queste melanzane, devono essere fantastiche così... mi hai fatto venire fame prima di andare a nanna... anzi, mi hai fatto ritornare la fame! :D Bravissima, un bacione :**

    RispondiElimina
  21. Ecco, anche blogger è affamato e mi ha mangiato il commento!
    Ma come resistere a queste melanzane assolutamente perfette? L'utilizzo di prodotti tipici della tua regione ne fanno una ricetta perfetta.
    Ti chiedevo, nel commneto precedente, se la frittura non fa staccare la farcia, non ci ho mai provato!

    Un abbraccio e alla prossima

    RispondiElimina
  22. Non, questo non succede perche devi friggere le melanzane dalla parete della farcia e bucare con uno spiedino le coppe. Una volta che si sarà formata la crosticina dorata, le rigiri ,continui la frittura per qualche minuto e poi puoi toglierle dal fuoco. Grazie della visita e bw

    RispondiElimina
  23. Molto appetitose queste melanzane! Grazie!

    RispondiElimina
  24. Solo a vedere gli ingredienti mi viene l'acquolina. Splendida e golosissima ricetta!

    RispondiElimina
  25. Adoro le melanzane, buonissima questa tua versione.
    Un bacione!

    RispondiElimina
  26. Ciao Barbara ho scoperto piacevolmente il tuo blog e sono rimasta colpita da questo piatto x me "di casa"...anche se la versione di mia mamma e' più semplificata e alleggerita...con la pancetta deve essere una vera bomba deliziosa! Noi le chiamiamo "mulingiani ch' copp'" ti traduco ma penso avrai capito :) - melanzane con le coppe"! Buona serata Luisa

    RispondiElimina