martedì 13 gennaio 2015

Pipi salati friuti cu sardi e olivi ( Peperoni sotto sale in padella con sarde e olive )




E' un piatto abbastanza piccante e adatto per le fredde serate di questo periodo. Potete stare certi che vi riscalderà. In un precedente post ( qui ) avevo parlato di questa "provvista" che si è soliti fare i primi giorni di settembre, quando sui banchi del mercato arrivano i primi pomodori verdi. Gli ortaggi, nella fattispecie peperoni rotondi, pomodori verdi e melanzane, vengono conservati sotto sale e in questo modo possono durare per tutto l'inverno, senza usare per la conservazione il frigo. Io oggi per non rinunciare a certi sapori che mi ricordano persone e cose che non ci sono più e non avendo tutte le comodità delle case di una volta, dopo qualche mese dalla loro preparazione  faccio le porzioni e le congelo. In questo modo ho la possibilità di gustarli quando ne ho voglia e di  assaporare la loro bontà che mi fa tornare indietro di un bel pò di anni. 
Certamente adesso questo piatto rappresenta uno spuntino sfizioso, ma nei tempi che furono rappresentava il pranzo dei contadini che andavano a lavorare all'alba e tornavano al tramonto: "i  pipi salati" venivano messi dentro una cavità del pane e venivano consumati insieme ad un paio di bicchieri di vino.


Ingredienti
Una porzione di peperoni, pomodori verdi e melanzane sotto sale
5 o 6 filetti di sarde sott'olio
olive nere
uno spicchio d'aglio
peperoncino piccante
olio evo
Preparazione
Lavate con acqua fredda gli ortaggi e tamponateli con carta assorbente. In una padella capiente versate  l'olio e fatevi rosolare lo spicchio d'aglio con il peperoncino.


 Aggiungete le sarde e quando si saranno sciolte mettete gli ortaggi.


 Fate soffriggere il tutto per dieci minuti circa e prima di spegnere il fuoco versate le olive.


 Spegnete e impiattate. Mangiateli caldi con del pane casareccio e naturalmente accompagnati da un buon bicchiere di vino rosso.





10 commenti:

  1. E direi che fai benissimo cosi' ogni volta hai la tua porzione pronta....lancia un sacchettino!!!!! E auguriiiiii per il tuo blog complimenti di cuore!!!

    RispondiElimina
  2. Un piatto molto saporito, da tuffare un pezzo di pane dentro !

    RispondiElimina
  3. Lasciami dire per gustare questo piatto bisogna essere dalla tue parte perchè gli ingredienti così buoni da non si trovano. Prendo nota ma la vedo dura. Buona giornata

    RispondiElimina
  4. che delizia!!!!
    Ciao,
    Ale
    http://golosedelizie.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. Come resistere alla vista di questa pietanza sfiziosa....complimenti!

    RispondiElimina
  6. Cara Barbara, come sempre i tuoi piatti parlano di tradizione e sono sempre estremamente invitanti e gustosi come questo meraviglioso piatto unico che mi fa venire davvero l'acquolina e tanta voglia di provarlo:))
    bravissima come sempre e grazie mille per la condivisione:))
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  7. Quanto sono invitanti! Un tripudio di gusto e di bontà.Un piatto ideale per scaldare le nostre bocche nel freddo invernale.
    Bacioni
    Alessandra

    RispondiElimina
  8. Un piatto davvero gustoso che mi fa venire in mente mia madre e le sue amiche che si riunivano nei vari periodi dell'anno e preparavano queste prelibatezze! Ti auguro una buona giornata

    RispondiElimina
  9. Ciao Barbara, ottimo contorno...bellissimo piatto di accompagnamento, lo assaggerei molto volentieri! ;)
    Baci Rosa

    RispondiElimina
  10. Ciao Barbara io adoro tutte le preparazioni sott'olio e sott'aceto e poi fatte in casa una vera goduria! Anche la mia mami prepara questa "conserva", ne ho ancora qualche sacchetto nel freezer e con le olive, anche questa magari preparate a casa, sono fantastiche... Da piccola amavo solo il salato e questi erano i miei piatti preferiti a casa della mia nonnina!!! Grazie per averla condivisa e fatta conoscere anche ad altre ;)! Buona giornata Luisa

    RispondiElimina