domenica 29 gennaio 2017

Turdilli calabresi





I turdilli sono dei dolcetti simili agli gnocchi, naturalmente fritti, tipici del periodo natalizio e originari della provincia cosentina. Ma sono così buoni che è un peccato non farli quando se ne ha voglia. Come tante altre ricette della tradizione contadina le varianti sono tante, io preferisco questa senza lievito e senza uova. Gli ingredienti per preparare i turdilli sono pochi e semplici, erano, e lo sono ancora,  ingredienti facilmente reperibili: la farina, l'olio extravergine, il vino e il miele. E su quest'ultimo prodotto mi soffermo un pò perchè secondo la tradizione si dovrebbe usare il miele di fichi, dal caratteristico colore scuro,che è quasi impossibile e da trovare e pure da fare vista la lunga lavorazione e il poco rendimento. Io ho usato del miele di sulla e come vino ho preferito un vino passito rosso che rende i turdilli più aromatici.

Ingredienti
un bicchiere di olio evo
un bicchiere di zucchero semolato
un bicchiere di vino passito rosso
farina qb
olio di semi per friggere
scorza d'arancia 

Preparazione
In una ciotola versateil vino passito e l'olio evo, aggiungete poi lo zucchero e tanta farina quanto i liquidi ne prendono. Impastate fino ad avere un composto omogeneo e non appiccicoso.


Dividete la pasta in pezzi, formate dei cordoncini grossi quanto un dito e tagliateli a tocchetti, proprio come si fa per gli gnocchi. A questo punto non vi resta altro che passarli su un rigagnocchi o su un crivo.  


La fossetta che si creerà con questa operazione si riempirà poi di miele rendendo i turdilli ancora più succulenti. Adesso friggeteli in abbondante olio bollente fino a quando non acquistano un bel colore ambrato e una volta pronti scolateli su carta assorbente.


Scaldate il miele in una padella capiente, quindi tuffate i turdilli e mescolate in modo da ricoprirli completamente. Sistemateli infine in un vassoio e decorate con la scorza dell'arancia grattugiata. Se li lasciate riposare saranno ancora più gustosi, ma sarà difficile: sono uno tira l'altro!




6 commenti:

  1. Non conoscevo questi meravigliosi dolcetti: hanno un aspetto estremamente invitante e troppo goloso,profumatissimi e senza ombra di dubbio di una bontà unica,non immagini quanto li vorrei assaggiare:)).
    Bravissima come sempre Barbara ti faccio i miei migliori complimenti:)).
    Un bacione,buon inizio settimana e grazie mille per la condivisione:)).
    Rosy

    RispondiElimina
  2. Periodo natalizio o del carnevale? Come stai Rina?
    Molto golosi questi dolcetti fritti, un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
  3. Non li conoscevo e devono essere ottimi
    Bacioni Alessandra

    RispondiElimina
  4. Questi dolcetti lo preparava sempre mia nonna..quanti ricordi! Complimenti, Anna

    RispondiElimina
  5. .... e questi te li rubo subito cara, da rifare!!!

    RispondiElimina
  6. Non conoscevo questi dolcetti! Sono molto golosi, sicuramente da provare. Un abbraccio

    RispondiElimina