domenica 2 marzo 2014

Castagnole alla ricotta e girelle all'arancia



(immagine tratta dal web )

Il Carnevale è una festa che porta allegria, divertimento, colore. Ci permette di scrollarci di dosso , almeno per un breve periodo di tempo, i problemi e le ansie della vita di tutti i giorni; ci permette di mettere in giro ( bonariamente ) i nostri e gli altrui vizi. E come ogni festa che si rispetti la nostra tavola si veste con i sapori e i colori della tradizione. E la tradizione ci impone tanti dolci fritti.  Eh si, parafrasando un noto proverbio possiamo dire che " A Carnevale...ogni frittella vale ". E allora via a chiacchiere, bugie,  frappe, crostoli, cenci, castagnole, tortelli... Tante delizie, diverse per origine, ma tutte buonissime e da provare. Delizie non proprio leggere che, a sorpresa, i nutrizionisti promuovono: " L' importante è che la festa abbia un limite e non si ripeta ogni giorno ". 
E allora, visto che siamo nel clou della festa, mi sono data alla frittura. La casa avrà per qualche ora profumi diversi, ma chi se ne frega pensando alla bontà di ciò che andrò poi a gustare?
Le ricette sono tratte da un vecchio, ma sempre attuale, fascicolo di dolci sul Carnevale

                                                     Castagnole di ricotta



Ingredienti
80 gr di ricotta
1 uovo
120 gr di farina 00
50 gr di zucchero
2 cucchiaini di lievito
la scorza e il succo di un'arancia
mezzo bicchierino di liquore Mandarinetto
olio di semi di arachide
zucchero a velo
Preparazione
In una terrina amalgamate la ricotta con la scorza dell'arancia e lavoratela a crema. Aggiungete quindi lo zucchero e l'uovo e mescolate bene. Versate la farina con il lievito, il succo, il liquore e mischiate fino ad avere un composto omogeneo. Fate riposare l'impasto per mezz'ora. Prelevate piccoli pezzi di pasta, formate dei cilindretti e quindi delle palline che tufferete nell'olio bollente. Rigiratele durante la cottura e quando sono dorate scolatele su fogli di carta assorbente.
Spolverizzate con zucchero a velo e servite.




                                                                  Girelle all'arancia



Ingredienti
250 gr di farina 00
2 uova
100 ml di vino bianco
50 gr di zucchero
2 cucchiaini di lievito
la scorza di un'arancia
marmellata d'arancia ( fatta da me )
zucchero a velo
mielito al limone
olio di semi di arachide
Preparazione
In una ciotola versate la farina, il lievito, lo zucchero,  le uova e il vino. Impastate fino ad ottenere un composto omogeneo che farete riposare per mezz'ora. Stendete l'impasto con il mattarello in una sfoglia sottile, distribuitevi sopra un velo di marmellata e la scorza grattugiata dell'arancia.



 Arrotolate sigillando bene le estremità e tagliate il rotolo a fette spesse 1 cm. Friggete le girelle poco per volta in olio bollente, sgocciolatele e adagiatele su carta assorbente da cucina.
 Disponetele su un vassoio e spolverizzatele con zucchero a velo.



Su queste girelle ho versato del mielito al limone  e vi assicuro che sono di una bontà unica!




Curiosità: l'immagine con cui ho aperto il post si riferisce a Giangurgolo, una maschera calabrese della commedia dell'arte.


5 commenti:

  1. Che buone Barbara!Ance se in casa l' odore del fritto può essere fastidioso...come dici tu...chi se ne frega!
    Bacioni
    Alessandra

    RispondiElimina
  2. Bellissimo post Barbara, mi piace davvero tanto come racconti le tradizioni.Bellissimo fritto e w le castagnole.
    A Presto

    RispondiElimina
  3. Che golosità!!! Le castagnole con la ricotta poi sono tra i dolci di carnevale che preferisco :)

    RispondiElimina
  4. che golose bonta'..complimenti!!
    ciaoo

    RispondiElimina
  5. Cara Barbara, che meraviglia questi dolci di Carnevale..sia le castagnole che le girelle sono troppo invitanti, hanno un aspetto perfetto, veramente bellissimo e sono golosissime!!! Mi piacciono tantissimo entrambe le ricette, che salvo nel pc..sono assolutamente da provare!!!:)
    bravissima come sempre!!!:)
    un bacione:)
    Rosy

    RispondiElimina