giovedì 4 luglio 2013

Alici arriganati



Questo piatto si chiama così per la presenza dell'origano, una pianta aromatica che cresce spontaneamente in tutta la nostra regione. La cucina meridionale  ne fa largo uso e anche secco conserva, a differenza di altre piante, lo stesso profumo della pianta appena raccolta.
Da maggio a settembre in casa mia si mangia tantissimo pesce azzurro: sarde, alici, sgombri, tonni, pesce sciabola o spatola ; il più delle volte è pescato nel nostro mare e quindi la freschezza è garantita. Inoltre è un pesce molto economico  e ciò di questi tempi non guasta.
La ricetta che vi presento fa parte della cucina tradizionale calabrese, un piatto semplice, con pochi ingredienti che però sprigionano profumi ineguagliabili.
Ingredienti
alici, sale origano, peperoncino piccante macinato, aglio, prezzemolo,olio d'oliva, aceto di vino
Preparazione
Eliminate la testa e le interiora alle alici, lavatele, sgocciolatele e mettetele in una padella in un'unico strato ( possibilmente testa-coda ).Cospargete con il sale, l'origano, il peperoncino , l'aglio spezzettato, il prezzemolo tritato e infine versate l'olio. Aggiungete un filo d'acqua e fate cuocere a fuoco moderato per dieci minuti circa, scuotendo spesso la padella. A cottura ultimata versate un pò di aceto e fatelo evaporare. Io lascio sempre un pò di sughetto per fare la scarpetta  con pane fresco o abbrustolito.



Come contorno ho preparato una bella insalata di pomodori e così la cena è servita!!!!!!!!!









Da oggi in poi  , alla fine di ogni ricetta posterò delle foto della mia città,è un modo per farvela conoscere e perchè no.....per invogliarvi a visitarla.

         SOVERATO

Villa comunale e lungomare


                       La spiaggia e il mare




                                                                                   ( Le foto sono tratte dal web )



                                                                                                                
     

13 commenti:

  1. Ottima ricetta peccato che l'origano piace a tutti si ma solo sul pomodoro. Le alici (da noi si chiamano sardoni nulla a che vedere con le sarde) sarebbe un piatto inusuale. Fritte o panate o anche ripiene si usano ma cosi cotte no solo io le faccio ma sono anni che vado al sud (sono di Trieste) e conosco benissimo anche la tua di costa. Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato perchè l'accostamento origano e pesce azzurro dà il meglio di sè in quanto a gusto e profumo.
      A presto

      Elimina
  2. Che profumino!!!!! Mia madre le fa spesso e mi piacciono tantissimo. Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono fortunata perchè piacciono a tutti e quindi li cucinerò pure oggi.

      Elimina
  3. Ah Rina, che bei posti!
    Mi unisco ai tuoi lettori per non perderti. Mi piace molto il tuo blog.
    Io mi chiamo Lorena, se ne hai piacere puoi venire a trovarmi qui:
    bricioledisapori.blogspot.it
    Ti aspetto. ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la visita, verrò a trovarti di sicuro,
      A presto

      Elimina
  4. Ma perchè mai ero convinta che tu abitassi a Belvedere Marittimo? Scopro invece oggi che sei a Soverato (che io conosco benissimo, visto che da Cosenza mi sposto sempre verso quella zona, per le vacanze). Sulle alici arriganate che ti devo dire: sono d'accordo su tutto, anche sul contorno che hai abbinato! Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando sei da queste parti fammelo sapere, mi piacerebbe incontrarti.
      A presto

      Elimina
  5. Cara Barbara, buonissime le tue alici arriganati, io adoro il pesce, anche quello azzurro, e la tua ricetta è veramente ottima!!!
    La salvo nel pc, conto di provarla al più presto (io le preparo in modo simile ma con aglio, prezzemolo e pangrattato, voglio provare anche la tua versione, sicuramente è buonissima!!!)
    un bacione!!!
    Rosy
    ps: le foto sono splendide,il mare è da sogno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il nostro mare è veramente splendido come pure la spiaggia con la sua sabbia bianca e fine. Ma tu ne sai qualcosa, le nostre regioni si assomigliano molto.
      Buona serata

      Elimina
  6. un grande classico ma sempre attuale.
    La calabria ci regala profumi e sapori inconfondibili.
    A presto

    RispondiElimina
  7. La cucina tradizionale non ci delude mai, ma certamente siamo aperti anche al nuovo.

    RispondiElimina
  8. Ciao Barbara, eccomi sono venuta anche io a farti visita e sono felice di averlo fatto perchè le tue ricette sono meravigliose... sicuramente proverò a farne qualcuna ;)

    RispondiElimina