sabato 28 luglio 2018

Parmigiana di melanzane e alici




Oggi una parmigiana terra/mare. Un secondo piatto in cui protagonista è il connubio tra melanzane ed alici, un connubio assolutamente vincente. Due strati di melanzane fritte racchiudono uno scrigno di alici indorate e fritte accompagnate da un semplice sugo al pomodoro e dal pecorino fresco. Un piatto tipicamente mediterraneo che vi consiglio di provare anche come antipasto, privilegiando in questo caso le monoporzioni.

Ingredienti
melanzane
alici spinate
salsa di pomodoro
pecorino fresco
uova
semola rimacinata
aglio
basilico
olio per friggere
olio evo
sale q.b.
pangrattato
Per questa ricettaniente grammature, regolatevi secondo il numero dei commensali.

Preparazione

In una padella soffriggete l'aglio nell'olio evo, appena diventa dorato toglietelo e versate la salsa di pomodoro. Salate, aggiungete qualche foglia di basilico e fate cuocere per 10 minuti circa.
Risciacquate le alici e tamponateli con carta assorbente. Infarinatele, passatele nell'uovo sbattuto e friggetele. Salatele.
Lavate e sbucciate le melanzate, tagliatele a fette non troppo sottili,  infarinatele e friggetele in olio caldo. Una volta dorate su entrambi i lati sgocciolatele e poggiatele su carta assorbente. Salatele.
In una tortiera da forno disponete uno strato di melanzane e di seguito uno di alici. Continuate con il pecorino, il sugo di pomodoro e una spolverata di origano. Ricoprite con un'altro strato di melanzane, sugo e formaggio. Io ho terminato con le alici visto che ne erano avanzate. Infornate  a 180° per 10 minuti. Fate raffreddare prima di servire.







4 commenti:

  1. Una splendida , saporita ricetta, la proverò!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Un plato muy sabroso!
    Saludos desde Argentina

    RispondiElimina
  3. Gli integralisti della parmigiana inorridiranno, ma vi assicuro che è fantastica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se i grandi chef si permettono di variare a loro piacimento con accostamenti abbastanza singolari i piatti migliori della nostra tradizione, questa reinterpretazione forse inusuale è però di gran gusto. Grazie a chi ha pubblicato per primo la versione sul web.

      Elimina